Cap, Caschi e Cilindri

In equitazione la sicurezza è un elemento di primaria importanza. Un buon casco per equitazione risulta indispensabile sia per chi si avvicina a questo sport per la prima volta che per coloro che lo praticano a tutti i livelli.
In caso di caduta da cavallo le parti del corpo più esposte sono gli arti superiori e la testa. Proteggere la testa è di vitale importanza. Un buon casco da equitazione deve assorbire l’energia dell’urto e deformarsi per limitare l’impatto della testa col terreno o con altro ostacolo rigido.
Attualmente i migliori caschi da equitazione sono fabbricati con materiali all’avanguardia, che presentano proprio queste caratteristiche e sono particolarmente leggeri.
Per avere garanzie di sicurezza, però, è importante che il casco sia omologato: che rispetti cioè tutto quell’insieme di regole previste per la commercializzazione nei diversi Paesi. Le certificazioni di sicurezza che riguardano i caschi da equitazione sono diverse e fanno riferimento a molteplici requisiti. In Italia vige la normativa Europea, ma molti caschi in commercio vantano anche diverse certificazioni Britanniche o quella in assoluto più severa prevista dagli enti certificatori americani e canadesi.
Per garantire una buona protezione il casco per equitazione deve essere stabile sulla testa e avvolgere in modo adeguato la nuca. Inoltre, soprattutto se si cavalca con assiduità e a un certo livello, è importante che sia anche confortevole. Scegliere la taglia giusta non è difficile. Le migliori marche propongono caschi da equitazione con circonferenza della testa fissa che vanno dalla taglia 51 alla taglia 62, ma anche modelli con interno regolabile che permette una buona aderenza alla testa per misure diverse. I modelli regolabili possono essere utili per i bambini che, altrimenti, dovrebbero cambiarli più volte durante la crescita ma non sempre sono stabili come quelli acquistati di giusta misura.In ogni caso il casco da equitazione deve calzare bene sulla testa, una volta chiuso il cinturino sotto il mento non deve muovere e quest’ultimo non deve tirare.Inoltre, per garantire un buon confort, il cap da equitazione dovrebbe presentare un’adeguata areazione che limiti la sudorazione anche durante performance lunghe e impegnative. A tale proposito sono particolarmente utili i modelli sfoderabili che si adattano meglio sia alle temperature estive che a quelle invernali e con l'interno lavabile per un'igiene costante. Se la sicurezza è un elemento irrinunciabile, bisogna ammettere che l’aspetto estetico ha il suo ruolo nel colpire l’attenzione del pubblico. Il classico Cap da equitazione in velluto, raffinato e di classe, non passa mai di moda, ma i modelli che oggi coniugano eleganza e protezione sono davvero tanti. Brand leader sul mercato propongono, per i caschi da equitazione, tessuti cangianti e colori metallizzati, design raffinati con finiture lucide e griglia frontale cromata, inserti in pelle o pitonati e con pietre dure e swarovski. Il tutto da sfoggiare, naturalmente, nel rispetto delle regole dei singoli concorsi.

Griglia Lista

Imposta ordine ascendente

1-24 di 55

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3

Griglia Lista

Imposta ordine ascendente

1-24 di 55

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
Horse&Green   Caricamento in corso…